Si chiama Moby Dick e non ha certo bisogno di presentazioni: la “grande balena bianca” non è altro che una tra le varietà di marijuana tra le più potenti e apprezzate, in virtù di una concentrazione di THC particolarmente elevata. Si tratta di un ibrido a dominanza sativa in grado di generare uno sballo sicuramente degno di nota, conferendo una notevole energia e vitalità e, proprio per questo, non stupisce che, nel corso degli ultimi anni, si sia aggiudicata innumerevoli premi e riconoscimenti in diverse competizioni di fama mondiale. Riconosciuta per il caratteristico aroma, la varietà di marijuana Moby Dick riunisce la freschezza degli agrumi, alla delicatezza della vaniglia, per poi concludere il proprio profilo terpenico con interessanti note di eucalipto. Piacevole e particolarmente appagante, la Moby Dick compare tra le varietà onnipresenti soprattutto nei coffee shop di Amsterdam, territorio che peraltro le ha dato i natali. In questa guida racchiuderemo dunque tutte le caratteristiche della marijuana della balena bianca e i relativi effetti, suggerendovi come coltivarla per ottenere una resa produttiva ottimale e soddisfacente.

Moby Dick: guida alla varietà di marijuana

Moby Dick è senza alcun dubbio la varietà di marijuana tra le più note, creata da Dinafem, seeds bank di Amsterdam che compare tra le più rinomate e prestigiose al mondo.

Moby Dick è senza alcun dubbio la varietà di marijuana tra le più note, creata da Dinafem, seeds bank di Amsterdam che compare tra le più rinomate e prestigiose al mondo: si tratta di un ibrido a dominanza sativa in grado di restituire non solo un’incredibile potenza, ma anche e soprattutto un rendimento degno di nota e a un sapore unico nel proprio genere, tanto da rendere indimenticabile, qualsivoglia esperienza di assunzione.

È proprio in virtù di una potenza leggendaria coniugata a una resa produttiva a dir poco colossale propria delle piante, che la stessa Dinafem, non ha caso, ha scelto di battezzare tale varietà “Moby Dick”: il nome trae infatti origine dalla famosa balena mitologica descritta in maniera minuziosa nel noto romanzo redatto da Herman Melville, capolavoro della letteratura americana risalente al 1853. La varietà di marijuana Moby Dick, ibrido sativa pluripremiato, si è guadagnato nel corso degli anni, una reputazione eccellente, sia tra gli assuntori appassionati che tra i coltivatori che grazie a tale genetica, possono soddisfare facilmente le proprie aspettative, mediante un’erba buona, potente e sempre di ottima qualità. Concepita infatti per garantire una potenza elevata e rese particolarmente abbondanti, vede alcune varianti del ceppo originale disporre di livelli di THC che possono raggiungere e superare facilmente il 27%, dando vita ad effetti psicoattivi e psicotropi straordinariamente intensi e prolungati: nasce infatti dalla combinazione di due genetiche di tutto rispetto: White Widow e Haze.

Presentando tuttavia il 75% di geni sativa, la varietà di marijuana Moby Dick offre una potenza difficile da riscontrare in altre genetiche, amplificata da concentrazioni di THC pari al 27%: tuttavia risulta anche ricca di THCV o Δ9-tetraidrocannabivarina, un particolare cannabinoide proprio delle varietà sativa che presenta proprietà psicoattive, e sembrerebbe in grado di potenziare gli stessi effetti del THC o tetraidrocannabinolo. Al di là della sensazione di sballo intenso e prolungato che la stessa varietà Moby Dick è in grado di conferire, lo stesso che contribuisce a renderla sicuramente unica nel proprio genere, le infiorescenze essiccate restituiscono un aroma caratteristico, del tutto simile a quello proprio delle genetiche Haze. Una vasta gamma di terpeni e la ricca produzione di resina di cannabis data dai tricomi, rendono la materia vegetale straordinariamente profumata e saporita: freschi sentori di agrumi, incenso e pino, appaiono sapientemente equilibrati alla delicatezza e alla dolcezza della vaniglia. Concludono il profilo terpenico, balsamiche note di eucalipto che accarezzano il palato, generando piacevoli sensazioni cerebrali e corporali, le stesse che la rendono così amata dagli estimatori della cannabis.

Anche l’aspetto estetico della Moby Dick appare piuttosto interessante: le infiorescenze sono dense e compatte, contraddistinte da variegate sfumature di verde che spaziano dai toni chiari a quelli scuri, accompagnate da pistilli arancione scuro inframezzati da tricomi e cristalli di resina, gli stessi che determinano l’elevato contenuto di THC proprio di tale genetica. La pianta generalmente può raggiungere 1,5 – 2 m di altezza sia se coltivata indoor, all’interno di una grow box o grow room, che indoor, producendo facilmente quantità di erba buona pari a 500-1500 g/m².

Al contrario di quanto comunemente avviene per le varietà di cannabis sativa, la Moby Dick rappresenta un ceppo non particolarmente esigente quando si parla di coltivare canapa legalmente: di fatto però, non risulta particolarmente adatta ai principianti e ai neofiti, questo poiché pur offrendo innumerevoli vantaggi, le piante richiedono particolari attenzioni, questo al fine di garantire prestazioni e rese produttive ottimali. Meglio dunque coltivare cannabis Moby Dick, solo se si dispone di una discreta e comprovata esperienza.

Effetti della Moby Dick

Potenti e assolutamente stimolanti sono gli effetti della varietà di marijuana Moby Dick, in grado di dissipare l'energia negativa, trasformandola in piacevoli vibrazioni positive e comportando un conseguente appagamento e senso di pace. Pur offrendo una marcata azione rivitalizzante, questa varietà di cannabis appare rilassante ed euforizzante al tempo stesso, stimolando in questo modo i processi creativi. Assumere Moby Dick comporta dunque una maggiore fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità, sollecitando alla risoluzione di compiti spesso difficili da portare a termine e ottimizzando le comuni azioni quotidiane.

Lo sballo è allo stesso modo cerebrale e vibrante: libera immediatamente tensioni, ansia e stress, favorendo le relazioni sociali. Altamente energizzante, complice la derivazione sativa, si rivela un’ottima varietà di cannabis terapeutica: appare infatti particolarmente efficace per ridurre i sintomi e le difficoltà che possono insorgere a causa dello stress cronico, dell’affaticamento e dei disturbi dell'umore quali depressione e disturbo bipolare. Permette altresì di ridurre significativamente gli stati d’ansia, generando felicità e pensieri positivi. Tuttavia i benefici terapeutici della Moby Dick trovano ampio spazio nel trattamento del dolore cronico, nausea, inappetenza, emicrania, spasmi muscolari, artrite reumatoide e disturbi alimentari.

La varietà di cannabis Moby Dick, complice l’elevata concentrazione di THC, comporta il rischio di effetti collaterali che, seppur di lieve entità, possono emergere a seguito del sovradosaggio durante l’assunzione: i più comuni tendono a manifestarsi mediante paranoia e ansia accompagnate da secchezza delle fauci, e disidratazione, entrambi facilmente gestibili assumendo semplicemente una corretta quantità di acqua prima, durante e dopo lo sballo. Tale pratica permette altresì di smaltire più facilmente i postumi dell’assunzione, riducendo il rischio che compaiano fastidiosi mal di testa il giorno successivo.

Come riconoscere i semi della marijuana Moby Dick

La varietà di marijuana Moby Dick generalmente viene prodotta da semi femminizzati autofiorenti, in grado cioè di originare esemplari quasi certamente femminili, presentando al contempo un notevole vantaggio per i coltivatori: grazie ai semi autofiorenti, la fase di fioritura non è sottoposta al fotoperiodo. Questo implica dunque che gli esemplari nascano, crescano e giungano a fioritura in circa 60 giorni complessivi, riducendo in maniera decisamente significativa, il convenzionale ciclo vitale della pianta stessa. Riconoscere i semi della marijuana Moby Dick con una semplice occhiata, non è certo facile questo poiché differiscono dalle altre varietà per pochi minimi dettagli: particolari indicatori possono rivelarsi comunque il colore, marrone di tonalità media, lucido e accompagnato da lievi venature più chiare, la naturale brillantezza e lucidità, sinonimo di qualità e freschezza, e la forma, verosimilmente sferica e solo lievemente affusolata.

Come coltivare la Moby Dick

La varietà di marijuana Moby Dick sebbene non sia particolarmente semplice da coltivare, tuttavia non appare di fatto eccessivamente complessa. In questo articolo daremo alcuni consigli su come coltivarla.

La varietà di marijuana Moby Dick sebbene non sia particolarmente semplice da coltivare, tuttavia non appare di fatto eccessivamente complessa, questo poiché, rispetto ad altre genetiche di cannabis sativa disponibili sul mercato, si rivela più flessibile e tollerante verso condizioni di crescita lievemente avverse o sfavorevoli. Pur trattandosi di una varietà a dominanza sativa, giunge a fioritura in sole 8/10 settimane, conservando una particolare resistenza alle muffe, riducendo in questo modo parte delle principali preoccupazioni di ogni coltivatore o appassionato. Se coltivata indoor, all’interno di grow box o grow room, le piante di Moby Dick possono raggiungere circa 140 cm di altezza, rivelandosi in questo modo perfettamente affini anche ad ambienti chiusi e a spazi limitati. Tuttavia gli esemplari in questo caso necessitano di lampade per cannabis in grado di fornire molta luce e quantità di sostanze nutritive piuttosto abbondanti: tali accortezze, unitamente a un ambiente di crescita ottimale possono dunque dare vita a raccolti proficui, pari a 650 g/ m² di materia vegetale.

A dare maggiori soddisfazioni restano comunque le coltivazioni outdoor: all'aperto è infatti possibile “spingere al massimo” la Moby Dick, inducendola ad esprimersi al meglio. La varietà predilige un clima prevalentemente soleggiato, rivelandosi in adatta a territori freddi: in condizioni ottimali la pianta può raggiungere 300 cm di altezza, producendo fino a 1500 g di infiorescenze per ogni esemplare, le stesse che potranno successivamente essere raccolte alla fine di ottobre.

Tuttavia la varietà di marijuana Moby Dick non è particolarmente adatta ai principianti, sebbene possa rappresentare la scelta ideale per coloro che desiderano sperimentare la coltivazione di cannabis sativa per la prima volta. Pratica e attenzione permetteranno di soddisfare ogni aspettativa attraverso raccolti abbondanti e infiorescenze dall’aroma e dal sapore unico e inconfondibile, specie per gli amanti della genetica Haze che, da veri intenditori ne apprezzano la potenza e il caratteristico profilo terpenico.