In questo articolo troverai tutto quello che c'è da sapere sullo SCROG , l'antica ed efficiente tecnica di coltivazione che migliora notevolmente le rese delle coltivazioni di cannabis.

Uno dei metodi di coltivazione più diffusi tra i coltivatori di cannabis si chiama "SCROG", acronimo di "Screen Of Green". Come si evince dal nome, questa tecnica si basa sull'utilizzo di una rete con cui distribuire in modo uniforme tronco e rami e sfruttare al massimo la luce e la superficie.

L'utilizzo di oggetti esterni per guidare la crescita e fornire supporto fisico alle piante per favorirne il massimo rendimento non è una novità nel mondo dell'agricoltura. Sembra che negli anni i coltivatori di cannabis siano stati in grado di sviluppare un'intera scuola di pensiero che si concentra sul miglioramento di questa meravigliosa tecnica.

Differenze tra SOG e SCROG

Spesso le persone tendono a confondere il metodo SOG ("Sea of ​​Green") con il metodo SCROG ("Screen of Green").

Spesso le persone tendono a confondere il metodo SOG ("Sea of ​​Green") con il metodo SCROG ("Screen of Green").

Il SOG segue lo stesso sistema, ossia quello delle maglie , ma viene utilizzato un certo numero di piante per riempire la rete il prima possibile e ridurre il tempo di crescita.

Con lo SCROG si crescono poche piante, da una a quattro piante per ogni metro quadrato di maglia , quindi dovranno crescere per un periodo più lungo di tempo, e potando alla rete i rami si riempirà l'intera superficie della maglia.

Vantaggi della crescita SCROG

La rete consente ai rami di essere distanziati uniformemente in modo che non ci siano quasi spazi vuoti nello strato superiore della vegetazione e che la luce non venga sprecata . Manipolando adeguatamente il fusto e i rami della rete durante le prime settimane di crescita vegetativa, si possono ottenere i risultati più efficaci in termini di utilizzo della superficie, che è un parametro molto importante quando si parla di fase vegetativa e successiva fioritura.

L'installazione di una rete nella grow box consentirà un controllo preciso della distanza tra la parte superiore e la lampada durante l'intero processo. Un altro punto positivo nell'utilizzo della rete sarà il supporto fisico che fornisce alle piante. Questo supporto sarà fondamentale soprattutto durante la fase di fioritura, quando ci sarà una crescita significativa del peso dei rami in poche settimane.

Per risolvere questo problema, molti coltivatori aiutano le piante inserendo bastoncini in plastica, legno o canna che aiutano i rami a sostenere il peso delle gemme senza rompersi. Con il metodo SCROG, la rete sarà un enorme supporto che faciliterà alle piante il difficile compito di tenere in alto i pesanti germogli.

Svantaggi della crescita nel metodo SCROG

A differenza del metodo SOG, che si basa sulla crescita di un gran numero di piccole piante per ridurre il periodo vegetativo (il "periodo di crescita") della cannabis, il metodo SCROG ha una sostanziale necessità di almeno 4-6 settimane di crescita.

Cioè, ci vuole tempo per far crescere la varietà fino a coprire l'intera superficie e utilizzare la luce al massimo. Pertanto, il parametro del numero di piante avrà un'influenza decisiva sul risultato finale.

Durante le prime settimane di semina, prima che le piante raggiungano la rete, è ancora possibile rimuoverle come di consueto per la manutenzione e il trattamento. Tuttavia, una volta che i rami hanno già iniziato a passare attraverso le fessure della rete, le piante vengono effettivamente attaccate alla rete, rendendo molto difficile spostarle in caso di trattamenti specifici.

Oggi la maggior parte dei coltivatori di cannabis coltiva semi femminizzati, e questo va bene, ma per tutti i coltivatori classici che preferiscono ancora utilizzare semi regolari, può essere molto frustrante scoprire nel bel mezzo della fioritura che gran parte della rete è coperta da una pianta maschio.

Attrezzature di base necessarie per la produzione di una cultura con il metodo SCROG

Piante di cannabis

Generalmente vengono utilizzate da 1 a 4 piante per metro quadrato, ma può essere fatto con 6 piante o più. Più piante inseriremo, meno tempo occorrerà per coprire l'intera superficie della rete e meno tempo dedicheremo alla crescita, con il conseguente risparmio energetico che ciò comporta.

La rete o maglia

La rete è infatti l'unica attrezzatura esterna necessaria per questa tecnica di coltivazione.

Nei negozi di giardinaggio e idroponica, è possibile acquistare reti specializzate a prezzi ragionevoli, ma ovviamente è possibile assemblare la rete da soli e risparmiare qualche euro.

Tipi comuni di reti per SCROG:

Ci sono diversi materiali e tipi di maglie che possiamo usare per creare una coltura SCROG.

  • Rete di nylon o rete di plastica

È importante assicurarsi che sia realizzata in plastica di alta qualità per evitare la possibilità di rotture durante la coltivazione o che possa bruciare alla luce diretta.

  • Una rete in PVC

Un'altra rete economica e ampiamente disponibile. Ruggine e danni alle piante possono essere evitati utilizzando una rete rivestita in PVC.

  • Rete metallica

Un'altra opzione è assemblare una rete di fili di corda tesa.

In generale, una rete può essere improvvisata da quasi tutti i materiali con le proprietà corrette.

A che altezza mettere la rete scrog

L’altezza consigliata per cominciare ad inserire i rami nelle maglie è di 20 / 30 cm.  Per installare la rete all'altezza desiderata, è necessario fissarla alle pareti dello spazio di coltivazione: questo può essere fatto con un dispositivo con gambe, un telaio in legno o chiodi, a seconda del tipo di rete, del sistema di coltivazione e della struttura dello spazio di coltivazione.

L’altezza consigliata per cominciare ad inserire i rami nelle maglie è di 20 / 30 cm.

Per installare la rete all'altezza desiderata, è necessario fissarla alle pareti dello spazio di coltivazione: questo può essere fatto con un dispositivo con gambe, un telaio in legno o chiodi, a seconda del tipo di rete, del sistema di coltivazione e della struttura dello spazio di coltivazione.

L'idea principale di questo metodo di coltivazione è raggiungere la fase di fioritura, con la stragrande maggioranza della rete (75% - 85%) ricoperta di vegetazione. Per ottenere ciò, è necessario assicurarsi che i rami siano distribuiti correttamente lungo la superficie durante il periodo di crescita.

Ecco come lo SCROG cresce in diversi semplici passaggi

  • La rete è installata all'altezza desiderata sopra le piante. (20/30 cm)
  • I rami e gli steli si sviluppano e raggiungono l'area della rete.
  • I rami superano alcuni centimetri dell'altezza della griglia.
  • Ora fate la "piegatura", prendete ogni ramo cresciuto sopra la rete e spostatelo delicatamente verso il foro adiacente, piegandoli secondo il verso di crescita desiderato e la superficie da coprire.
  • Quindi, passa alla fase di fioritura e segui i rami riempirsi di fiori. ;)

Durante la crescita sulla superficie della rete, si consiglia di individuare i rami lunghi e centrali e indirizzarli verso il telaio esterno, per consentire ai rami meno sviluppati di ricevere la massima illuminazione, oltre a impedire che i rami alti si brucino.

Nella fase di fioritura vedremo crescere orizzontalmente le piante e quando la rete è piena al 100%, può portare a una crescita eccessiva e meno sana.

Per massimizzare la velocità di copertura della rete e ottimizzare la resa delle coltivazioni con il metodo SCROG, molti coltivatori cercano di combinare tecniche aggiuntive per migliorare il sistema.

Uno dei passaggi più importanti durante l'implementazione del metodo SCROG sarà la rimozione di tutta la vegetazione inferiore della pianta per consentire di investire negli sforzi per sviluppare le aree più alte.

La rimozione di questi rami avviene durante il periodo di crescita, ma quando raggiunge la fase di fioritura sono molti i coltivatori che eliminano completamente tutta la vegetazione che si trova sotto la rete, poiché la luce difficilmente raggiunge queste parti della rete.

C'è qualche controversia sulla tecnica di potatura durante le settimane di fioritura, molti coltivatori lo fanno e altri lo considerano oltraggioso.

Come ogni altra tecnica di coltivazione adottata dalla comunità dei coltivatori di cannabis, anche il metodo SCROG ha uno sviluppo e una riforma costante provenienti da coltivatori che vogliono ottimizzare la tecnica.

Una delle idee più entusiasmanti sviluppate per migliorare il metodo "schermo verde" è stata quella di curvare i lati della griglia per creare un gradiente che consentisse una superficie più ampia, con conseguente maggiore resa delle colture. Questo metodo è la coltivazione semi-verticale del crooge.

Va notato che questi metodi SCROG sono molto sofisticati e non sono raccomandati per i principianti o per i coltivatori neofiti.

Alcune varietà consigliate per SCROG

Un altro parametro importante per il successo di SCROG è la selezione di varietà di cannabis che risponderanno bene a questa tecnica.

Le caratteristiche principali che cerchiamo sono una crescita laterale ampia e rami flessibili che siano facili da manovrare e non si spezzino facilmente.

Tuttavia, molte varietà ibride vengono utilizzate per abbreviare il periodo di fioritura. Tra le varietà più utilizzate della tecnica SCROG ci sono le varietà Amnesia, AK-47 e Super Lemon Haze.

In bocca al lupo!