Ti è venuta l'idea di fumare CBD, ma hai bisogno di capire di più su questo metodo? Ci sono vantaggi e svantaggi nel fumare la Canapa al CBD che potresti non sapere in base ai diversi metodi di assunzione.

Tra i metodi più comuni di assunzione del CBD, il fumo può diventare quello preferito. Con questa guida scopri i benefici e i potenziali rischi del fumo CBD.

Cos'è il CBD?

Il cannabidiolo (CBD) è un composto naturale che si trova nelle piante di cannabis sativa.

Il CBD si trova più abbondantemente e più frequentemente estratto dai fiori delle piante di canapa. Inoltre questo cannabinoide viene utilizzato per i suoi scopi di benessere ed effetti non psicoattivi.

I prodotti CBD derivati ​​dalla canapa possono contenere piccole quantità di THC (tetraidrocannabinolo), e queste quantità non causano effetti psicoattivi, viste le percentuali irrisorie.

Il CBD è ormai noto per alleviare lievi situazioni di disagio, supportare uno stato mentale positivo e fornire un senso generale di benessere.

Gli effetti benefici sono dovuti al modo in cui il CBD interagisce con il sistema endocannabinoide (ECS) del corpo, che è responsabile della regolazione di molte funzioni del nostro corpo.

La funzione principale dell'ECS è quella di mantenere lo stato di omeostasi del corpo, noto anche come regolazione del corpo in modo da creare un senso di equilibrio e di benessere.

Quando il CBD entra nel corpo, agisce come stimolante e aumenta l'efficacia dell'ECS. Ciò si traduce in numerosi benefici in varie parti del corpo.

Fumare CBD è legale?

Il CBD in Italia è considerato legale, poiché la regolamentazione imposta dalla Legge, riguarda essenzialmente la concentrazione del THC, che di fatto deve essere inferiore a allo 0,2% con un’oscillazione massima fino allo 0,6%.

Tutte le varianti genetiche della canapa sativa da cui si ricava la cannabis light sono state ottenute mediante metodi agronomici innovativi che hanno così dato origine a varietà depotenziate dal punto di vista psicotropo tanto da non poter essere considerate stupefacenti.

Fumare marijuana in Italia resta illegale: nel caso di canapa Sativa di Tipo L, la cosiddetta Cannabis Light o Legale è illegale il consumo, ma non la coltivazione, la compravendita e il possesso;

Nel caso della marijuana, tutto ciò che la riguarda è ancora considerato illegale.

Nonostante rappresenti un illecito, tuttavia, molte persone ne fanno uso, e ad ogni modo restano le mura di casa il posto più discreto e sicuro!

Come fumare CBD?

Per fumare il CBD è necessario prima aspirare il fumo e poi depositarlo bene nei polmoni, per far si che gli alveoli assorbano i principi attivi e rimetterli nel sangue.

Diversamente da una semplice sigaretta, la quale rimane accesa per più tempo, il joint deve essere aspirato in maniera più frequente se lo si vuole mantenere acceso.

Ecco che esistono tre principali modi per fumare il CBD: sigarette con i Fiori, Vaporizzatori, E-Liquid.

Sigarette con i Fiori

I fiori delle piante di canapa contengono alti livelli di CBD e altri cannabinoidi naturali. Questi fiori, dette cime, vengono raccolti ed essiccati nella loro forma completa per essere venduti come infiorescenze. Essi possono essere utilizzati per rullare una canna, aggiungerli ad una pipa o altro dispositivo progettato per fumare cime di CBD, come un Cilum.

Vaporizzatori

Il vaporizzatore per erba è un piccolo dispositivo alimentato per mezzo di una batteria o in alternativa collegato a una presa elettrica, volto a convertire in vapore la materia vegetale, e in questo caso le infiorescenze di cannabis, preservandone inalterate tutte le proprietà così come l’aroma e i principi attivi THC e CBD in essa contenuti.

Fondamentale è consigliato l’impiego di infiorescenze preferibilmente fresche e di ottima qualità.

CBD E-liquid

Sempre più apprezzati non solo dagli assuntori abituali di cannabis ma anche e soprattutto da chi sceglie di sfruttare un’alternativa più salutare alle classiche sigarette convenzionali, i CBD E-liquid rappresentano una valida soluzione per assumere cannabidiolo, per sfruttare i suoi benefici e le proprietà attraverso l'utilizzo di una sigaretta elettronica o e-cig.

L'E-Liquid al CBD è dunque un fluido impiegato per “svapare”, definito anche e-juice o vape oil.

Differenze tra fumare canapa e marijuana

La principale differenza tra fumare canapa e fumare marijuana è che la canapa non causerà lo sballo come la marijuana.

Sebbene queste due piante provengano entrambe dalle specie di piante di cannabis, gli effetti che hanno sul cervello e sul corpo sono molto diversi.

La canapa è legale in Europa e in Italia, mentre la marijuana è considerata una sostanza illegale.

Le caratteristiche che differenziano le piante di canapa Sativa L e la Marijuana sono i livelli di THC.

Le piante di canapa contengono dallo 0,2% allo 0,6% di THC, mentre è classificata marijuana qualsiasi pianta contenente più dello 0,6% di THC.

Fumare la canapa può aiutare ad alleviare il disagio e fornire uno stato mentale calmo.

Fumare marijuana, inoltre, provoca un effetto elevato o inebriante.

Poiché queste piante provengono dalla stessa specie vegetale, hanno un odore molto simile quando vengono fumate.

Differenze tra fumare e Vaporizzare

Sempre più persone scelgono di assumere cannabis mediante il vaporizzatore per erba, un piccolo e pratico dispositivo che consente di scaldare la materia vegetale, evitandone la combustione.

Il motivo? Molto semplice: tale soluzione esalta tutto l’aroma dell’erba buona, evitando non solo l’eventuale miscelazione col tabacco, come invece avviene rollando una canna, ma anche la formazione di sostanze proprie del processo di combustione stesso, che sono potenzialmente nocive per la salute, in particolare per l’apparato respiratorio.

Sempre più apprezzati dai fumatori abituali di cannabis sono i vaporizzatori hashish che hanno rapidamente preso piede negli ultimi anni, sostituendo i classici spinelli, complice la versatilità e la relativa praticità d’uso. Innumerevoli sono infatti i vantaggi dati dall’utilizzo di un vaporizzatore: tale dispositivo, infatti, non comporta la combustione della resina di cannabis o della materia vegetale, semplicemente riscalda restituendo un vapore denso e gustoso, decisamente più salutare e piacevole.

Inoltre, bon necessita dell’impiego di tabacco e funziona in autonomia, introducendo l’hashish legale all'interno della camera a convezione detta anche “braciere”.

Quali sono i vantaggi di utilizzare il CBD?

Fumare CBD offre numerosi vantaggi e benefici che potresti non trovare in altri metodi di assunzione del CBD. Ecco i vantaggi che si possono ricavare nel fumare il CBD.

Azione rapida

Fumare CBD è il metodo più veloce per far entrare il CBD nel tuo sistema e avere l’effetto desiderato. Fumare o inalare CBD può essere sentito quasi immediatamente dopo l'uso, impiegando da 30 secondi a 10 minuti. Questo metodo ad azione rapida offre subito sollievo.

Non inebriante

Il CBD non ti farà sballare e né causerà effetti inebrianti. I prodotti CBD conformi non dovrebbero contenere più dello 0,5 % di THC, l'ingrediente psicoattivo attribuito all'effetto dei consumatori di marijuana. Questa piccola quantità di THC non provoca uno sballo e il CBD contrasta la piccola quantità di THC presente nel prodotto. Fumare CBD offre un effetto calmante senza subire gli effetti dello sballo dovuti dal THC.

Può aiutare a smettere di fumare

Una recente ricerca pubblicata da Addictive Behaviors ha rivelato che il CBD può avere proprietà terapeutiche sulla dipendenza da oppioidi, cocaina e psicostimolanti, e alcuni dati preliminari suggeriscono che potrebbe essere utile nella dipendenza da cannabis e tabacco.

Fumare CBD è un'alternativa naturale al fumo di tabacco e può ridurre il desiderio di nicotina.

Alternativa naturale allo Svapo

È noto che lo svapo di sigarette elettroniche alla nicotina porta a malattie e lesioni polmonari, con conseguenti danni polmonari permanenti che possono essere fatali. Con questa crescente preoccupazione, gli scienziati hanno esaminato più da vicino gli ingredienti dei vaporizzatori e hanno scoperto che la vitamina E acetato è l'ingrediente dannoso. I fiori di Canapa al CBD sono completamente naturali e non contengono questo o altri prodotti chimici o additivi dannosi.

Benefici per il benessere

Il CBD ha la capacità di fornire numerosi benefici per il benessere, tra cui ridurre lievi stati di disagio, favorire uno stato mentale positivo e migliorare la salute generale.

L'inalazione del fumo di CBD ha un effetto calmante e rilassante che potrebbe non essere così diffuso con altri metodi di assunzione di CBD.

I benefici del fumo di canapa CBD possono variare da persona a persona a causa dei diversi modi in cui i corpi delle persone reagiscono al principio attivo.

Quali sono i rischi del fumo di CBD?

Sebbene le prove dimostrino che fumare CBD affidabile non provochi effetti inebrianti e non crei dipendenza, ci sono alcuni rischi legati al fumo.

Per evitare potenziali rischi per la salute derivanti dall'inalazione del fumo, è consigliato utilizzare solo prodotti al CBD di marchi affidabili. I prodotti al CBD non certificati possono contenere sostanze chimiche nocive e possono causare seri problemi di salute.

L'inalazione di qualsiasi tipo di fumo o vapore può essere nocivo per i polmoni. Alcuni assuntori preferiscono utilizzare prodotti al CBD che sono meno dannosi per il nostro corpo, come l' olio di CBD, i Cristalli al CBD e le Capsule di CBD.

Sono necessarie ulteriori ricerche sul fumo di CBD e sugli effetti che ha sul sistema respiratorio al fine di fornire prove conclusive sui potenziali rischi per la salute.

Il contenuto di questo sito non intende sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale. Sebbene la ricerca abbia dimostrato che il CBD ha il potenziale per aiutare a fornire risultati benefici per diversi reclami, è consigliabile chiedere il parere di un medico o di un altro operatore sanitario qualificato quando si hanno domande su qualsiasi condizione medica e quando si avvia, aumenta o interrompe qualsiasi routine sanitaria.