Forse non tutti sanno come la marijuana offra ampio spazio all’immaginazione e alla creatività anche in cucina. Sono moltissime infatti le ricette dedicate a preparazioni dolci e salate che vedono tra gli ingredienti principali proprio la cannabis. Tra gli edibles più apprezzati compaiono proprio i biscotti, piccole delizie croccanti dal sapore intenso e piacevole, perfetti da assaporare in ogni momento della giornata, per un originale fine pasto o una merenda alternativa. In questo articolo illustreremo dunque come preparare i biscotti alla marijuana, proponendo quelli che ad oggi sono considerati i più golosi e invitanti, sempre tuttavia prestando attenzione alle metodologie più indicate e ai dosaggi. È sempre opportuno però tenere presente che gli effetti dati dalla cannabis mediante ingestione, possono essere differenti rispetto alla comune somministrazione per inalazione: se di fatto fumare uno spinello consente ai principi attivi quali THC e CBD, di agire secondo un arco temporale di pochi minuti, l’ingestione può richiedere addirittura un’ora, prima che gli stessi effetti si manifestino, risultando particolarmente duraturi. Questo rappresenta un notevole fattore di rischio poiché proprio attraverso l’ingestione, la possibilità di eccedere nei dosaggi appare indiscutibilmente alta, specie per i meno esperti o assuntori occasionali: non è facile comprendere la concentrazione di principi attivi presenti all’interno di un semplice dolcetto, motivo per cui vale sempre la regola del buonsenso, la stessa che suggerire di non esagerare e andarci sempre cauti, ricordando che anche una semplice ricetta dolce può comunque determinare problematiche che, seppur non rilevanti, possono apparire alquanto fastidiose.

Quale erba scegliere per i tuoi manicaretti

Il primo step utile alla preparazione di biscotti alla marijuana prevede la scelta della cannabis più adatta alla preparazione stessa. Se Amsterdam gli edibles rappresentano un vero e proprio “must”, chi non può permettersi di trasportare i classici biscotti in aereo per evitare ogni genere di rischio, può senza dubbio cimentarsi nella preparazione casalinga, selezionando la varietà di marijuana light più congeniale. Tale scelta, sebbene appaia puramente soggettiva, richiede tuttavia particolare attenzione. Varietà quali la Big Bud, complice il caratteristico gusto speziato, si presta alla preparazione di biscotti e ottimi muffin, le infiorescenze di New York Diesel e di Sweet Cheese appaiono più indicate per preparazioni salate quali prodotti da forno o primi piatti. Rollex Og, Blueberry Kush, Bubblegum e Banana OG, così come la leggendaria Lemon Haze vengono comunemente impiegate invece in ogni genere di preparazione dolce, complice il caratteristico retrogusto che ben si sposa con tutti gli elementi comunemente presenti nella space cake, così come nei muffin, biscotti, cookies al cioccolato e ancora brownies alla marijuana. Insomma, in linea generale è possibile utilizzare ogni varietà di infiorescenza femminile, purché risulti di ottima qualità e venga precedentemente decarbossilata in modo tale da valorizzare e intensificare gli effetti tipici dei principi attivi presenti.

Come si preparano i biscotti alla marijuana

Il primo ingrediente da cui è necessario partire quando si sceglie di preparare biscotti alla marijuana, è senza dubbio il burro alla cannabis, protagonista di ogni ricetta, lo stesso che consente alla preparazione di conferire all’organismo i tipici effetti dati dall’assunzione dello stupefacente. Realizzarlo è relativamente semplice, purché vengano seguiti scrupolosamente alcuni accorgimenti utili a rendere tale burro potente, efficace e gustoso. Primo tra tutti la decarbossilazione della cannabis, processo che permette di rendere i principi attivi THC e CBD biodisponibili per l’organismo. In questo caso è dunque necessario riporre le cime opportunamente sminuzzate sulla placca del forno a una temperatura tra i 103 e i 114°C per 30/40 minuti, per poi lasciarle raffreddare all’aria. I cannabinoidi sono idrosolubili: questo significa che per apparire realmente efficaci necessitano di essere introdotti in una sostanza grassa. A questo punto entra in gioco il burro che dovrà essere sciolto lentamente a bagnomaria per poi essere integrato con le cime sminuzzate e lasciato sobbollire dalle 8 alle 24 ore a fiamma lenta e a seconda dell’intensità degli effetti desiderata, per poi essere filtrato e conservato in un semplice vasetto ermetico all’interno del frigo.

Una volta preparato il burro alla cannabis, è possibile avventurarsi nella preparazione dei biscotti alla marijuana, utilizzando i seguenti ingredienti. In questo caso, per eseguire una ricetta base, che successivamente può essere modificata a proprio, gusto occorrono:

· 1 tazza e 1/3 di farina 00

· 1/4 di cucchiaino di sale

· 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio

· 1/2 tazza di burro alla cannabis o cannabutter

· 2/3 di tazza di zucchero di canna

· 1/3 di tazza di zucchero semolato

· 2 cucchiaini di estratto di vaniglia puro

· 1 uovo

· 1 tazza e 1/3 di gocce di cioccolato (facoltativo)

Una setacciati gli ingredienti secchi quali farina, sale e bicarbonato, si procede montando a parte, avvalendosi di fruste elettriche, il burro alla marijuana con la quantità di zucchero prevista. Ottenuto un composto omogeneo e spumoso, occorrerà aggiungere l’uovo, miscelando nuovamente. Integrate le gocce di cioccolato, sarà poi necessario unire gli ingredienti secchi alla stessa crema fino ad ottenere un impasto compatto e facilmente lavorabile col cucchiaio. A questo punto, avvalendosi di un cucchiaio, sarà sufficiente comporre dei piccoli dischetti di composto sulla placca da forno precedentemente imburrata, avendo cura di distanziarli l’uno dall’altro almeno un paio di centimetri. In ultimo, i biscotti andranno cotti per circa 12 minuti a 190°C in forno preriscaldato, 18/20 minuti a 160°C se le dimensioni degli stessi risultano particolarmente grandi. Una volta raffreddati, i deliziosi biscotti alla ganja saranno pronti per essere gustati, magari abbinati a una tisana calda.

Come si preparano i biscotti all’hashish

Tra le molteplici preparazioni che possono essere effettuate utilizzando la cannabis, compaiono ovviamente anche i biscotti all’hashish che in linea generale, si differenziano da quelli alla canapa light, per la presenza di olio infuso di THC in sostituzione del classico cannabutter. Saranno dunque necessari i seguenti ingredienti, utili a preparare 12 deliziosi e croccanti brownies all’hashish:

· 2 tazze d’acqua

· Una confezione di preparato per brownies

· Una modica quantità di olio al THC (circa 2 cucchiai)

· Una tavoletta di cioccolato fondente

· 250g circa di polvere di cacao.

La preparazione dei brownies all’hashish è particolarmente intuitiva. Al preparato occorre aggiungere l’olio al THC, unitamente alla tavoletta di cioccolato fondente fusa a bagnomaria. Ottenuto un composto omogeneo grazie alla presenza di acqua, sarà necessario integrarlo col cacao in polvere fino ad ottenere un impasto malleabile e sufficientemente soffice. Tale operazione è resa senza dubbio più semplice dall’impiego di comuni fruste elettriche. Preparata la placca da forno, avendo cura di imburrarne la superficie o foderarla di carta da forno, sarà necessario comporre con l’impasto ottenuto, piccoli quadretti di circa 4 cm per lato da cuocere a 170° C per circa 10/13 minuti. Terminata la cottura, i brownies andranno lasciati raffreddare e indurire per almeno mezz’ora prima di poterne gustare il caratteristico sapore.

Le migliori 10 ricette per preparare i biscotti alla marijuana

Abbiamo raccolto le migliori 10 ricette per preparare in modo semplice deliziosi biscotti alla marijuana, da assaporare nelle occasioni speciali o per una semplice e golosa merenda in compagnia. Tutte accomunate dalla rapidità d’esecuzione, sempre utilizzando la ricetta base per biscotti illustrata in precedenza, assicurano sempre un ottimo risultato finale, anche da parte di chi non ha particolare dimestichezza tra i fornelli. Provare per credere!

Biscotti alle mandorle con cannabutter

La ricetta dei biscotti alle mandorle con cannabis in questo caso prevede l’uso di una tazza di farina 00, una di farina di mandorle, cannabutter, un cucchiaino di bicarbonato di sodio o lievito per dolci e un uovo. Sciolto il burro a bagnomaria, si procede creando una sorta di crema con zucchero e uova, la stessa che dovrà essere integrata alle farine e al lievito fino ad ottenere un composto simile ad una frolla. Una volta stesa avvalendosi di un mattarello, sarà sufficiente ritagliare i biscotti nella forma desiderata, posizionarli sulla placca da forno e cuocere a 170°C per circa 15 minuti fino a completa doratura. Delicatissimi e friabili rappresentano l’accompagnamento perfetto per the e tisane calde.

Biscotti con cannabis e farina di cocco

Una piacevole variante della ricetta precedente prevede i medesimi ingredienti (farina, zucchero raffinato e di canna, lievito per dolci, acqua o latte in alternativa e cannabutter) e relative proporzioni, sostituendo tuttavia la farina di mandorle con quella di cocco. Il procedimento per ottenere gustosi biscotti al cocco prevede l’unione degli ingredienti liquidi, precedentemente amalgamati, a quelli solidi, fino ad ottenere un composto morbido e facilmente lavorabile. Una volta pronto, sarà sufficiente modellare dei dischetti di medie dimensioni che andranno posizionati sulla placca da forno, avendo cura di procedere alla cottura utilizzando il forno preriscaldato a 180°C per circa 10/12 minuti.

Biscotti ai cereali e marijuana

Gustosi e croccanti i biscotti ai cereali e marijuana sono perfetti per una colazione sfiziosa e nutriente. In questo caso è sufficiente unire una tazza di farina 00 alla medesima quantità di zucchero, integrando gli ingredienti secchi con un cucchiaio di lievito per dolci e mezza tazza di cereali del tipo cornflakes. La ricetta non prevede l’uso di latte ma piuttosto di 2 uova e di una quantità di cannabutter fuso sufficiente da consentire all’impasto di apparire solido e facilmente lavorabile con le mani. Terminata tale operazione si procederà modellando con le mani piccole palline schiacciate all’estremità, che andranno cotte in forno a 120°C per almeno 25 minuti, fino a quando la relativa superficie apparirà perfettamente dorata.

Biscotti alla marijuana con gocce di cioccolato

Come già detto, la ricetta base dei biscotti alla cannabis prevede numerose e semplici varianti: i più golosi risulteranno piacevolmente appagati dalla presenza di gocce di cioccolato, da integrare al composto preparato con farina, acqua, cannabutter, zucchero di canna e raffinato, il tutto unito a un uovo intero e un cucchiaino di lievito per dolci. Amalgamato il tutto sarà necessario unire le gocce di cioccolato e formare dei dischetti alti circa 0.5cm da cuocere in forno preriscaldato a 140°C per circa 15 minuti. I biscotti potranno ovviamente essere consumati una volta freddi.

Biscotti classici con glassa di zucchero

Divertente arricchire i classici biscotti alla cannabis con una golosa glassa allo zucchero. In questo caso, terminata la preparazione dei cookies sarà necessario creare una glassa bianca o colorata, composta da zucchero a velo e qualche cucchiaino d’acqua miscelati insieme fino ad ottenere un composto denso ma non eccessivamente liquido, il tutto integrato a piacere con eventuali coloranti alimentari. I biscotti, una volta raffreddati andranno dunque ricoperti di glassa che, dopo circa 30 minuti, apparirà solida e piacevolmente croccante.

Biscotti con farina d’avena e marijuana

Per chi desidera abbinare al caratteristico gusto della marijuana, un sapore grezzo, quasi integrale, la ricetta dei biscotti alla marijuana con farina d’avena risulta ideale. Occorre una tazza di farina 00, una di farina d’avena, 1/2 tazza di zucchero di canna, burro alla cannabis e lievito per dolci, il tutto unito a due uova intere. Il procedimento è semplice: miscelati insieme gli ingredienti freschi e setacciati quelli secchi, si miscela il tutto fino ad ottenere un composto piuttosto denso ma facilmente lavorabile. Avvalendosi di un cucchiaio occorre porre l’impasto in piccole quantità irregolari sulla placca da forno, cuocendo il tutto in forno preriscaldato a 150°C per circa 15 minuti. Croccanti e saporiti, i biscotti alla farina d’avena devono ancora una volta essere gustati freddi.

Biscotti al burro d’arachidi

Decisamente interessante e assolutamente da provare l’intenso gusto dei biscotti alla cannabis e burro d’arachidi, una delizia croccante e aromatica perfetta da gustare in ogni momento della giornata. In questo caso sono necessari 1 tazza di farina 00, 1 di zucchero raffinato, lievito per dolci, cannabutter o olio al CBD, due cucchiai abbondanti di burro d’arachidi e 1 uovo. Si procede creando una sorta di crema utilizzando il cannabutter fuso a bagnomaria, il burro d’arachidi, le uova e lo zucchero. Ottenuto un composto spumoso e soffice occorre integrare la farina e il lievito per dolci. L’impasto apparirà piuttosto solido e renderà semplice la creazione di dischetti di medie dimensioni che andranno cotti per circa 12 minuti a 170°C, avendo cura di verificarne frequentemente la doratura. Come per ogni tipologia di biscotto alla ganja, anche in questo caso gli edibles andranno consumati una volta freddi.

Biscotti con mirtilli e cannabis

Preparare biscotti alla cannabis lascia ampio spazio alla fantasia: la classica ricetta base può ancora una volta essere modificata, integrando all’impasto classico un paio di cucchiai di mirtilli o frutti rossi opportunamente mondati. Conferita agli edibles la forma desiderata e cotti i biscotti in forno preriscaldato, meglio se ventilato a 180°C per circa 11/13 minuti, sarà possibile gustare tale delizia, accompagnandola a una tisana o a una confettura anch’essa a base di frutti rossi. Il risultato sarà sorprendente data la piacevole acidità.

Cookies zenzero e cannabis

Perfetti in occasione delle festività natalizie, i biscotti allo zenzero rappresentano un vero must: il famoso tubero aromatico, unito alla cannabis da vita a un connubio perfetto e a un vero e proprio trionfo di sapori. In questo caso zucchero, farina, lievito per dolci, uova, acqua e cannabutter, andranno uniti a una generosa quantità di zenzero fresco grattugiato, procedendo poi come d’abitudine alla creazione di dischetti o piccole palline da porre sulla placca da forno. I biscotti allo zenzero andranno dunque cotti, preferibilmente in forno ventilato a circa 130°C per almeno 20/25 minuti, avendo cura di non dorarne eccessivamente la superficie. Deliziosi se consumati unitamente a una confettura di agrumi di qualità, per rimarcarne il gusto caratteristico.

Biscotti alla cannabis con cannella

Amatissima dai più, la cannella consente di esaltare il tipico sentore della cannabis valorizzandone il gusto. La ricetta base per biscotti alla cannabis può essere arricchita da mezzo cucchiaino di cannella in polvere, resa ancor più irresistibile se unita al cacao. Unendo farina 00, zucchero, burro alla cannabis, uova, latte e lievito per dolci, si otterrà un composto piuttosto morbido, da modellare in piccoli pasticcini nella forma desiderata da porre sulla placca da forno opportunamente imburrata. Andranno in ultimo, cotti per circa 15 minuti a 180°C e consumati ovviamente una volta freddi.

Golosi, delicati, più o meno aromatici, i biscotti alla marijuana sono tra gli edibles più apprezzati. La ricetta base per realizzarli lascia ampio spazio alla creatività e si presta all’unione dei più svariati ingredienti, garantendo un risultato sempre unico e gustoso. Fondamentale è dunque divertirsi ai fornelli, creando merende e spuntini dolci, di sicuro successo dove ancora una volta la cannabis light appare assoluta protagonista unitamente ai relativi benefici.