L'uso medico della marijuana sta diventando sempre più frequente e uno dei modi migliori per la gente che non fuma è la cucina, in quest'articolo prepareremo il burro alla cannabis.

La marijuana fatta con il burro può aiutare a calmare alcuni dolori fisici, ed induce in particolare, uno stato di rilassamento.

Anche se la maggior parte dei consumatori di questo tipo di burro cerca il suo effetto terapeutico nella lotta contro alcune malattie, ci sono molte persone in altri stati dove è legalizzata o depenalizzata che la consumano per scopi puramente ricreativi.

Provate questa ricetta solo se avete piante vostre o se avete infiorescenze di canapa legale di sicura provenienza.
Non consigliamo di cucinare e tanto meno mangiare prodotti provenienti dal mercato nero in quanto non sappiamo cosa ci possa essere all'interno e quindi possono risultare nocivi per la salute.

Ingredienti e utensili per il burro alla marijuana:

  • 50 grammi di burro (no margarina)
  • 5/10 grammi di foglie secche di marijuana o 5 grammi di infiorescenze
  • Acqua
  • Una pentola grande
  • Una più piccola in modo che si possa cucinare a "bagno maria"
  • Una piccola spatola
  • Una coppetta di plastica

Preparazione

Metti le infiorescenze, le foglie e il burro nella piccola casseruola.
Inserisci la piccola casseruola nella pentola per cuocere a bagno maria ed introduci acqua nella grande pentola
Cuocere a bagnomaria per almeno 30/40 minuti fino a quando il burro non sarà completamente sciolto.

Fate sciogliere il burro e mescolate il tutto finché il burro non diventa verde intenso ed uniforme.
Filtrare il burro con una maglia fine e riporlo già mentre viene scolato in un vaso richiudibile.

Metti il ​​recipiente in frigo e lascialo raffreddare per 6 ore. Da quel momento si può consumare.

Alcuni errori più comuni che commettiamo!

Esamineremo alcuni errori comuni che vengono fatti solitamente quando si cucina con la marijuana .
In questo modo avrai un buon risultato e non perderai nulla.

L'impazienza

Tanto per il burro quanto per l'olio il colore dell'infuso non è un indicatore del tempo di cottura.
Anche se è una caratteristica importante non vuol dire nulla, in quanto si ha bisogno di un tempo di cottura per far si che i principi attivi della cannabis si trasferiscano all'alimento. Più quantità utilizzeremo più sarà il tempo di cottura.
Inoltre bisogna cuocere sempre a fuoco lento per tutto il tempo.

Il THC può evaporare

Può sembrare una stupidaggine, ma non lo è. Se cuoci la marijuana, in particolare con ricette a base di burro, usa un tappo.
Molto importante nella fase centrale della cottura coprire, in modo che non esca il vapore con parte del CBD o del THC o il resto delle sostanze presenti nella cannabis.

Attenti alla temperatura!

La temperatura è uno dei punti chiave per la riuscita del burro alla marijuana. La giusta temperatura per cucinare la marijuana è appena prima che inizi a bollire.
Ci renderemo conto perché inizieranno ad emergere bolle.
Se l'acqua della padella a bagno maria bolle, faremo un altro errore, forse la marijuana brucerà e lascerà un cattivo gusto in bocca quando la consumeremo.
Fai bollire a fuoco basso e cucina a bagnomaria, è importante!

Ci sono diverse ricette che potrai sviluppare grazie al burro alla cannabis come brownies, biscotti, space cake e perfino gli oreo alla marijuana