Negli ultimi anni i cosmetici al CBD hanno rapidamente suscitato l’interesse del consumatore, sempre più attento e consapevole verso ciò che applica sul proprio corpo. Il motivo è semplice: i cosmetici bio sfruttano elevate concentrazioni di principi attivi puri, naturali ed esclusivamente vegetali, evitando l’impiego di sostanze di sintesi potenzialmente dannose per la pelle e per l’intero organismo, così come i test sugli animali. Tuttavia il cosmetico bio, per poter essere definito tale, deve riunire specifiche caratteristiche: deve essere biologico sia per chi ne fa uso che per l’ambiente mediante packaging riciclati e riciclabili oltre ovviamente a non presentare all’interno della formula, elementi deleteri per l’organismo o derivati da sostanze tossiche o pericolose.

Principale vantaggio dei cosmetici bio, è l’offrire maggiori benefici pur sfruttando quantità di prodotto nettamente inferiori. Garantiscono infatti un’ottima efficacia anche solo con dosaggi di formula minimi. Finisce l’era delle quantità di prodotto esagerate, degli sprechi e del notevole impatto ambientale: ora la parola d’ordine è “meno, per un risultato migliore” e soddisfacente.

Vi proponiamo dunque una guida utile sui cosmetici a base di CBD e relative caratteristiche al fine che possiate comprenderne in toto, benefici e vantaggi.

Cosa sono i cosmetici bio e come riconoscerli

Quando si parla di cosmetici bio si fa riferimento a prodotti formulati mediante il solo impiego di sostanze naturali, generalmente di origine vegetale che non devono in alcun modo risultare dannose o potenzialmente tali per l’organismo. Tutti i prodotti devono altresì disporre di un packaging in materiale riciclato e riciclabile e di conseguenza un ridotto impatto ambientale.

Per quanto poi possa apparire difficile evitare di ricorrere a elementi non trattati nei prodotti per il viso, i capelli e il corpo, un cosmetico al fine di essere a tutti gli effetti certificato biologico deve contenere concentrazioni ridotte o meglio ancora inesistenti di tensioattivi, siliconi, coloranti di sintesi, derivati del petrolio, parabeni, e sostanze allergizzanti: non deve inoltre impiegare OGM ma sfruttare materie prime da agricoltura biologica certificata.

Le stesse materie prime devono presentare una filiera tracciabile, garantire eticità, sostenibilità, naturalità ed ecologicità: gli oli essenziali, per citare un banale esempio, devono necessariamente essere puri al 100% anche se non provenienti da coltivazioni bio presenti sul territorio nazionale.

I cosmetici biologici devono in ultimo essere vegan e cruelty free, ovvero non devono essere stati testati sugli animali: riconoscere un biocosmetico appare relativamente semplice proprio in virtù delle certificazioni che è d’obbligo da parte del produttore, apporre sulle confezioni di vendita.

In Europa esistono enti di certificazione relativi ai cosmetici naturali e bio CBD che si occupano di verificare che vengano soddisfatti specifici standard dettati dal disciplinare COSMOS.

Per quanto concerne i cosmetici bio italiani, il Ministero dell’Agricoltura ha riconosciuto due enti di certificazione: ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale) e CCPB (Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici). Analogamente accreditata anche la certificazione ECOCERT, indispensabile nella commercializzazione di cosmetici bio.

Al momento dell’acquisto, appare dunque opportuno controllare accuratamente la confezione verificando che su di essa sia apposto il logo o il sigillo emanato dall’ente certificatore. Allo stesso modo è utile leggere l’INCI al fine di accertare che tutti gli ingredienti presenti in formula siano realmente di origine biologica e naturale.

I migliori motivi per iniziare a utilizzare cosmetici bio

Utilizzare cosmetici bio non solo appare più salutare per la pelle e per l’intero organismo ma rappresenta una scelta attenta, consapevole, responsabile e “green”. Innumerevoli sono i benefici attribuiti a tale tipologia di prodotto, tuttavia esistono al contempo svariati motivi che dovrebbero indurre maggiormente all’utilizzo, in virtù dei vantaggi che un cosmetico di origine biologica è in grado di apportare: ecco quali.

  • Sono privi di sostanze di sintesi: principale motivo per scegliere cosmetici bio è che tali prodotti non contengono sostanze di sintesi quali parabeni, siliconi, petrolati o altri elementi per la pelle. Tali sostanze vengono in genere utilizzate come conservanti in modo da preservare il più a lungo possibile l’integrità e le caratteristiche della formula. Estremamente diffusi nelle creme, shampoo, bagnoschiuma, detergenti così come in gran parte dei prodotti destinati alla skincare quotidiana, occorre per questo prestare sempre particolare attenzione e leggere opportunamente le etichette.
  • Presentano solo elementi puri e naturali: i cosmetici bio presentano formule che contengono almeno il 95% di sostanze di origine naturale, il 20% delle quali deve provenire da agricoltura biologica. Gli enti di controllo e di certificazione pongono per questo rigidissimi standard legati sia alla composizione del cosmetico stesso che ai conservanti in esso contenuti.
  • Favoriscono la traspirazione cutanea: a differenza dei cosmetici convenzionali, i prodotti di bellezza biologici non occludono i pori ma al contrario ne favoriscono la naturale traspirazione, questo poiché ciascun elemento che ne compone la formula risulta trattato chimicamente, comportando secchezza e possibili irritazioni.
  • Sono cruelty free: i cosmetici bio non prevedono test sugli animali.
  • Dispongono di confezioni riciclabili: le confezioni che racchiudono i cosmetici bio sono sempre compostabili, biodegradabili e riciclabili in modo tale da non introdurre nell’ambiente plastiche o sostanze potenzialmente tossiche o dall’eccessivo impatto ambientale, rispettando in toto il concetto di green e sostenibilità che permette di entrare facilmente in simbiosi con la natura.
  • Non presentano contaminanti: i conservanti presenti nei prodotti bio, necessari per preservare a lungo le caratteristiche del cosmetico, permettendone una maggiore durata, sono sempre di origine naturale.
  • Presentano certificazioni accreditate: la qualità dei cosmetici bio è garantita e certificata da enti accreditati quali EcoCert, Cosmebio, BDIH, ICEA, USDA o AIAB. Questo è sinonimo di affidabilità, concretezza e autenticità.
  • Offrono formule attive e performanti: i cosmetici bio contengono oltre il 50% in più di vitamine e minerali se comparati ai comuni prodotti che presentano formule di sintesi. Ogni elemento naturale, non essendo trattato, preserva pertanto integre tutte le caratteristiche organolettiche di base, senza subire alcuna modifica o trasformazione.
  • Non comportano allergie: i cosmetici bio non sottopongono la pelle a sostanze chimiche potenzialmente allergizzanti. Ogni elemento aiuta a ridurre scorie e tossine presenti naturalmente nell’organismo, favorendone in questo modo il benessere.

Cosmetici al CBD: ecco perché il cannabidiolo aiuta la tua pelle

Cosmetici al CBD: ecco perché il cannabidiolo aiuta la tua pelle

Sempre più apprezzati, i cosmetici al CBD presentano elevate concentrazioni di CBD o cannabidiolo, principio attivo proprio della cannabis, riconosciuto per le caratteristiche proprietà e per gli innumerevoli benefici che è in grado di apportare alla pelle.

Essendo ricchi di acido linoleico e acidi grassi che concorrono nello stimolare e promuovere la produzione di collagene ed elastina i prodotti cosmetici al CBD, rappresentano un’autentica “panacea” per la pelle che già dopo poche applicazioni, appare più morbida, nutrita e perfettamente idratata. Ideali per la pelle secca o matura, aiutano al contempo a ridurre l’azione dannosa provocata dai radicali liberi, limitando i processi ossidativi e combattendo efficacemente l’invecchiamento cutaneo grazie alla notevole concentrazione di sostanze antiossidanti.

I prodotti a base di olio di CBD si rivelano particolarmente utili anche nel trattamento di patologie cutanee e di carattere dermatologico, comportando sollievo e giovamento in presenza di dermatiti, psoriasi ed eczemi: il motivo è semplice poiché il cannabidiolo o CBD svolge una spiccata azione antinfiammatoria, antibatterica e antifungina.

In ultimo, ma non certo in ordine di importanza, i cosmetici al CBD rappresentano un valido coadiuvante anche nella cura dei capelli: detergono in profondità il cuoio capelluto rispettandone il naturale equilibrio, nutrono la cute e rinforzano la capigliatura, rendendola morbida, luminosa e vitale. Prevengono inoltre la caduta dei capelli, costituendo in questo modo un efficace trattamento anti-caduta, specie in presenza di alopecia o diradamento severo.

Come riconoscere i cosmetici biologici

Un cosmetico biologico è tutto sommato facilmente riconoscibile: presenta un packaging riciclato e identificabile come tale dall’etichetta la quale riporta all’interno dell’INCI, tutti gli elementi impiegati nella formulazione, in modo tale da agevolare la scelta da parte del consumatore finale.

Ogni brand in genere seleziona un ingrediente di base, vero protagonista del prodotto: si tratta di un vero e proprio tratto distintivo che ne definisce il concept e la funzionalità.

Ingredienti principali utilizzati in biocosmesi sono l’acqua, l’alcohol, gli ingredienti e i principi attivi naturali, gli oli essenziali e in ultimo i coloranti che in questo caso possono essere altresì artificiali: proprio l’acqua costituisce la base di un cosmetico bio ed è sovente presente in concentrazioni massicce rispetto agli altri componenti che determinando la formulazione.

L’alcohol è il secondo elemento presente all’interno dell’INCI: non va confuso con l’alcool comune, utilizzato come solvente o antisettico, poiché nei cosmetici bio rappresenta un mix sostanze grasse volte a conferire la caratteristica texture e consistenza al prodotto.

Gli ingredienti naturali, così come gli oli essenziali, sono invece facilmente riconoscibili poiché riportati in etichetta mediante il termine latino con cui si identifica il nome della specie botanica d’origine.

Ad avvalorare il cosmetico bio come tale a tutti gli effetti, la certificazione attribuita dagli enti certificatori specifici che si occupano di monitorare le formule di ciascun prodotto, verificando che esse rispettino gli standard qualitativi imposti.

Cosmetici bio senza nichel

L’allergia al nichel appare senza alcun dubbio tra le più frequenti: manifestazioni comuni quando si parla di cosmetici, sono caratterizzate da dermatite da contatto, eruzioni cutanee, rossori diffusi e infiammazioni.

Tuttavia le reazioni allergiche al nichel possono variare da soggetto a soggetti e raramente appaiono così severe da rappresentare un pericolo per la salute. Nei cosmetici bio senza nichel è stabilito un limite di tolleranza a tale elemento pari a 1 ppm (1 mg/kg = 0,000001): è facile pertanto rintracciare sull’etichetta l’indicazione < 1 ppm, la quale indica che su un milione di particelle complessive, il prodotto cosmetico ne presenta solo una di nichel.

Cosmetici bio senza parabeni

I parabeni sono composti chimici organici introdotti nei cosmetici in virtù delle comprovate proprietà battericide e fungicide: utilizzati dunque come conservanti nei prodotti per l’igiene e la cura della persona, qualora penetrino in profondità all’interno degli strati cutanei o delle mucose, possono accumularsi, comportando serie problematiche. I più comuni sono Methylparabene, Propylparabene, Ethylparabene, Isobutylparabene, Benzylparabene e Butylparabene, elementi di cui i cosmetici bio con cannabidiolo sono totalmente privi.

I cosmetici bio senza parabeni garantiscono la medesima efficacia di tali sostanze di sintesi, tutelando il benessere e la salute, questo grazie alla possibilità di supplire le componenti chimiche con analoghi elementi naturali benefici e rispettosi della salute così come dell’ambiente.

Cosmetici bio senza profumo

Anche le caratteristiche profumazioni proprie dei cosmetici possono rappresentare elementi potenzialmente allergizzanti, specie se di origine chimica o sintetica. I cosmetici bio senza profumo sono formulati dunque per assecondare non solo le esigenze della pelle particolarmente sensibile e reattiva ma anche e soprattutto per ridurre al minimo il rischio di manifestazioni allergiche, specie su soggetti particolarmente predisposti. Le fragranze artificiali vengono in questo caso sostituite agli oli essenziali puri e naturali, permettendo di rendere il prodotto gradevole e ancora più funzionale e performante.

Dove trovare i migliori cosmetici online

È possibile reperire i migliori prodotti di bellezza al CBD sia nelle comuni erboristerie, farmacie e parafarmacie che online presso e-commerce dedicati al benessere, alla salute e alla cura della persona. Noi proponiamo Enecta Cosmetics, una vasta gamma di cosmetici naturali a base di CBD dedicati alla cura della pelle e alla prevenzione dell’invecchiamento e dello stress ossidativo. Un pool di ingredienti naturali e di origine vegetale si unisce dunque all’enorme potenziale del CBD, offrendo cosmetici efficaci e altamente performanti, in grado di assecondare qualsivoglia esigenza cutanea e dermatologica.