Spedizioni Gratis
per ordini maggiori di 39€
6000 punti di ritiro
ritira dove e quando vuoi
Spedizione Anonima
Ci teniamo alla tua privacy

I benefici dell'olio di neem sulle piante, animali e persone

Pubblicato Da: Valentina / Pubblicato Il: 02 nov, 2022

Olio di neem

Olio di Neem un prodotto straordinario dalle proprietà curative uniche e dai molteplici impieghi, uno dei rimedi naturali più efficaci per il trattamento di tantissimi disturbi e patologie e per la cura di viso, corpo e capelli.In questo articolo scopriremo a cosa serve l’olio di Neem, le caratteristiche, le proprietà e i benefici.

Cos' è l'olio di neem e quali benefici apporta?

L'olio di Neem è ricavato a freddo dai semi di Azadirachta, una pianta di origine indiana; esso è ricco di proprietà e si caratterizza per il suo odore forte, non molto gradevole che ricorda l'aglio; al quale si aggiunge un aspetto poco invitante, di colore marrone-verdognolo. Il prodotto è molto delicato e si deve conservare a una temperatura costante o rischia di rovinarsi, dato che mal sopporta i cambi di temperatura.

L'olio di neem può essere commerciato puro, come olio essenziale, oppure essere venduto insieme ad altri prodotti, con aggiunta di sostanze che ne rendano più gradevoli aspetto e odore. Tuttavia se si vuole godere dei benefici dell'olio di neem si deve optare per il prodotto naturale.

L'olio di neem, infatti, presenta numerose proprietà benefiche utili alle piante, agli animali ma anche alle persone; in particolare, la sua fama è cresciuta molto nell'ambito della cosmesi, come prodotto idratante per la pelle e la cura dei capelli.

Vediamo insieme nel dettaglio quali sono i benefici dell'olio di neem nei vari ambiti di applicazione, partendo dalla preservazione delle piante. Quest'olio, infatti sta riscontrando un notevole successo nel campo della coltivazione biologica e biodinamica per la sua capacità di allontanare parassiti e agenti patogeni senza riportare danni all'uomo.

Benefici dell'olio di neem sulla canapa sativa 

La cannabis come tutte le altre piante può essere soggetta a diverse malattie e attacchi da agenti patogeni; per questo motivo è utile proteggere questa pianta durante il periodo della coltivazione.

Se si vuole preservare le proprietà benefiche e la salute della canapa è utile utilizzare un prodotto naturale, al fine, di ottenere da essa solo prodotti biologici, senza la presenza di pesticidi e altri prodotti nocivi per la salute umana.

Il consiglio degli esperti è di investire, innanzitutto sulla prevenzione della pianta spruzzando regolarmente il prodotto. In questo modo si hanno meno probabilità che si possano sviluppare infestazioni parassitarie.

L'olio di neem, infatti, agisce contro gli insetti nocivi per la cannabis come: ragni rossi, mosche bianche, sciaroidea o moscerino dei funghi e altri parassiti. Allontana la possibilità di sviluppare malattie quali infezioni micotiche e da fungo della rosa, elimina oidio e ruggini; inoltre può essere diluito e utilizzato per il substrato di coltivazione per stimolare la crescita della cannabis light e trattare le radici marce.

Nell'ambito della coltivazione, l'olio di neem può essere utilizzato anche come pesticida.

Consigli per utilizzare l'olio di neem sulle piante di cannabis

1. Conservazione

Se si decide di conservare l'olio di neem a basse temperature, si deve sapere che non è un pericolo per la composizione del prodotto, tuttavia trattandosi di olio, tende a solidificarsi, diventando una sorta di gelatina. Immergendolo nell'acqua a 30 °C si avrà nuovamente lo stato liquido del prodotto, più facile da utilizzare e dosare. Si consiglia di non sottoporre il prodotto a più cambi di temperatura durante la conservazione.

2. Dosaggio e utilizzo con l'acqua

Indipendentemente dalla conservazione, si consiglia sempre di diluire l'olio di neem nell'acqua. Il rapporto consigliato è 1 a 10, ossia un litro di olio su 10 litri di acqua. Naturalmente se si coltiva una singola pianta di cannabis a casa, si possono preparare dosi più modeste, come un solo cucchiaino in un litro d'acqua.

Si deve fare attenzione a mescolare bene il prodotto con il liquido e spruzzarlo sulle piante alla sera, dopo il tramonto.

È bene non utilizzare mai l'olio di neem durante il giorno, in quanto è molto sensibile al calore e, se il prodotto viene esposto ai raggi diretti del sole, perde la maggior parte della sua efficacia.

Si consiglia di ripetere l'operazione per almeno tre o quattro sere se si vuole avere qualche risultato.

3. Quando e come nebulizzare la pianta con l'olio di neem

Gli esperti consigliano di spruzzare il neem diluito partendo dalla parte inferiore della foglia della pianta di marijuana, così da permettere alla sostanza di penetrare nelle foglie attraverso gli stomi: pori che permettono alle foglie di respirare e compiere la fotosintesi. Questi, infatti, si trovano solitamente nella parte inferiore della foglia; tenendo conto di questo particolare, i benefici dell'olio di neem saranno maggiori.

Anche per favorire il passaggio del principio attivo dell'olio di neem negli stomi, si consiglia di vaporizzare la cannabis durante la sera o nelle primissime ore della mattina, perché questi orari coincidono anche con una maggiore apertura degli stomi.

Benefici dell'olio di neem sugli animali

Le numerose proprietà dell'olio di neem sono note anche agli amanti degli animali, per le stesse ragioni delle piante: il neem è un antiparassitario naturale, il quale è sicuro per gli animali e garantisce un efficacia nel tempo.

Molti parassiti tendono a sviluppare una capacità di resistenza agli antiparassitari chimici, mentre l'olio di neem è in grado di mantenere la sua efficacia.

Inoltre, al contrario di molti antiparassitari, l'olio di neem non presenta alcun tipo di controindicazione per l'animale, anche in caso dovesse ingerirlo. Per una maggior efficacia si consiglia di applicarlo nella zona del collo, delle orecchie e delle zampe.

I benefici olio di neem sulle persone

L'olio di neem apporta diversi benefici nelle persone: favorisce la cura dei capelli, mantiene idratata la pelle, rafforza le unghie e può essere un ottimo rimedio anche contro la pediculosi nei bambini. Inoltre è un ottimo sbiancante per il mantenimento dell'igiene dentale.

Benefici dell'olio di neem sui capelli

Uno dei punti di forza dell'olio di Neem sono i benefici sulla cura dei capelli sfibrati e della forfora: può essere utilizzato tramite impacco. Facendo degli impacchi regolari con l'olio di neem si potrà restituire lucentezza al capello e nutrirlo con i principi attivi, utili a rinvigorire la struttura del capello. Inoltre il neem è un ottimo idratante per la cute, allontanando il problema della forfora.

L'olio di neem sulla pelle

Per chi ha problemi di pelle il neem si rivela un vero toccasana; i suoi benefici si evidenziano, in particolare, nella cura dell'acne, della psoriasi, e degli eczemi.

Si consiglia di miscelarlo con altri oli vegetali per migliorarne la resa, data anche la consistenza molto densa dell’olio di neem. Per la miscela sono consigliati l'olio di Jojoba o quello di mandorle dolci.

L'azione antibatterica dell'olio di neem agisce direttamente sui batteri che causano le malattie della pelle e in alcuni casi le acne. Inoltre, presenta una forte azione cicatrizzante e lenitiva per chi ha la pelle segnata dai problemi cutanei.

Cura contro la pediculosi con l'olio di neem

A volte i bambini molto piccoli possono facilmente essere preda di batteri e parassiti, fra questi ci sono i pidocchi. Per prevenire lo sviluppo della pediculosi si consiglia di utilizzare una decina di gocce di olio di neem nello shampoo specifico per i bambini a ogni bagnetto.

Cura e igienizzazione dentale

Spesso nella produzione di pasta dentifricia è presente una quantità di olio di neem, per le sue proprietà sbiancanti e antiplacca. Inoltre questo prodotto assolutamente naturale è un ottimo rimedio per combattere infezioni gengivali e prevenirle.

Condividi questo articolo
Foto Autore
Pubblicato Da: Valentina
Pubblicato Il: 02 nov, 2022

COMMENTI
ARTICOLI COLLEGATI

Il cannabidiolo, detto anche CBD, fa parte dei principi attivi comunemente presenti nella cannabis o canapa sativa, all’interno della quale grazie a molteplici studi e ricerche, nel corso degli anni sono state individuate oltre 80 sostanze chimiche differenti denominate cannabinoidi.

Pubblicato Da: Veronica | Pubblicato Il: 21 giu, 2019

Negli ultimi tempi i cosmetici a base di CBD cavalcano prepotentemente i trend legati alla cosmesi, questo poiché oltre a rappresentare una novità, offrono alla pelle benefici comprovati, rivelandosi efficaci e performanti.

Pubblicato Da: Veronica | Pubblicato Il: 29 ott, 2020

Negli ultimi anni i cosmetici al CBD hanno rapidamente suscitato l’interesse del consumatore, sempre più attento e consapevole verso ciò che applica sul proprio corpo.

Pubblicato Da: Veronica | Pubblicato Il: 05 nov, 2020