Il vivace mercato delle aziende dedicate alla cannabis è vicino creare una situazione con pochi precedenti: marijuana senza piante.
La società di recente creazione Amyris ha ottenuto 255 milioni di dollari per convertire lo zucchero in molecole attive presenti nella cannabis, evitando così la coltivazione della pianta di Cannabis.

Amyris lavora con lievito geneticamente modificato, programmato per eliminare le molecole sintetiche progettate per l'uso in dolcificanti e prodotti cosmetici. Ora progetta di utilizzare questa stessa tecnologia di fermentazione per convertire lo sciroppo da canna da zucchero negli ingredienti attivi presenti nella marijuana, come ha sottolineato la ditta californiana.

L'obiettivo iniziale del progetto è produrre cannabidiolo, o CBD, la molecola usata per trattare condizioni mediche come ansia e insonnia.
Ma Amyris ei suoi soci, ancora anonimi, puntano a molecole multiple derivate dalla cannabis per uso medico e terapeutico, ha detto a Bloomberg una portavoce dell'azienda. Tra i piani dell'azienda non è la sintesi del THC, la molecola psicoattiva da cui dipende l'uso ricreativo della cannabis, ha chiarito la portavoce.

"Condividiamo la missione con i nostri partner per diventare leader nei prodotti CBD di origine sostenibile a breve termine", ha dichiarato il CEO di Amyris John Melo.

Progetti rivali

Il progetto Amyris aggiunge a due piccoli accordi annunciati a settembre che mirano anche a fermentare i cannabinoidi. Il produttore di marijuana Cronos gruppo formato una partnership di 122 milioni di dollari con Ginkgo Bioworks e Organigramma Holdings ha annunciato un investimento strategico di $ 7,6 milioni nel Hyasynth Biologicals.

Facendo trasformare CBD e altri cannabinoidi attraverso la fermentazione, i produttori possono controllare la qualità e il dosaggio, ha detto Amyris. La rimozione delle piante dall'equazione garantisce, inoltre, che le molecole saranno completamente prive di pesticidi.

Le molecole di marijuana prodotte da Amyris potrebbero entrare nell'attuale gamma di prodotti dell'azienda, ha dichiarato Bannerman. Amyris produce Biossance, una linea di prodotti per la cura della pelle venduta nei negozi di cosmetici Sephora, e di recente ha introdotto un dolcificante per bevande a zero calorie.

Bevande con infusione

L'interesse per le bevande infuse con la marijuana è in aumento poiché la cannabis è legale in Canada e in diversi stati degli Stati Uniti. Inoltre, il CBD derivato dalla canapa è legale negli Stati Uniti. Canopy Growth, azienda canadese di cannabis, sta investendo 150 milioni di dollari in una struttura di New York per estrarre CBD dalla canapa.

Constellation Brands, produttore di birra Corona, ha investito 3,8 miliardi in Canopy Growth, mentre Molson Coors Brewing ha avviato una joint venture con Hexo, con sede a Quebec, per vendere bevande analcoliche di cannabis. Persino la Coca-Cola ha dichiarato di essere interessata alle bevande con infusione CBD, sebbene non abbia piani immediati per entrare nel mercato.

Amyris ha dichiarato che il suo accordo include pagamenti per tre anni dopo la firma dell'accordo. I pagamenti raggiungerebbero un massimo di 255 milioni di dollari in contanti se l'iniziativa fosse commercialmente valida, senza contare le royalties sulle vendite.

Fonte: http://www.cannabismagazine.es/digital/marihuana-sin-plantas-la-ultima-apuesta-en-el-mercado-del-cannabis