L'ansia è un disturbo capace di generare stress e rendere difficile la programmazione di obiettivi futuri. Se il tuo disturbo non raggiunge un livello patologico, puoi curare l'ansia con il CBD, in maniera totalmente naturale.

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato effetti positivi nella cura dell'ansia con il cannabidiolo, un componente chimico estratto dalla pianta di canapa.

In particolare, studi pubblicati sul Sage Journal, come Neural basis of anxiolytic effect of cannabidiol in generalised social anxiety disorder: a preliminary report dimostrano come il CBD sia efficace per calmare il sistema nervoso centrale.

Il CBD si commercia liberamente; le sue proprietà hanno effetti immediati sullo stress, grazie alle attività nelle aree limbiche e paralimbiche nel cervello. Infatti, l'ansia è strettamente collegata al sistema limbico, poiché è qui che il cervello elabora emozioni e sensazioni.

In questo articolo ti guidiamo attraverso le proprietà del CBD e sui suoi effetti sull'ansia.

Curare l'ansia con il CBD senza effetti collaterali

Se si può contare circa un decennio di studi sugli effetti del CBD nella cura dell'ansia, si possono trovare fonti molto più antiche che ne dimostrano l'efficacia.

Secondo alcuni studiosi, il CBD veniva usato come calmante già nel 2000 a. C.

Secondo i diversi studi, si può osservare un'area di azione piuttosto vasta del CBD, pertanto, resta difficile poter chiarire esattamente quali siano tutte le aree in cui agisce il componente.

Tuttavia, possiamo notare nei test diverse relazioni fra l'uso del CBD e riduzioni di stress, ansia, disturbi del sonno e depressione.

Uno studio del 2009 sul British Journal of Pharmacology, infatti, mette in relazione l'assunzione del CBD con la dopamina, l'ormone dell'energia e dell'euforia.

Da altri studi, invece, emerge l'influenza del CBD sulla seratonina, il neurotrasmettitore che regola il sonno, l'umore e per l'appunto l'emozioni. La cosa interessante è che il CBD, per quanto abbia proprietà psicoattive, secondo lo studio non da dipendenza.

Pare, infatti, che non vi siano effetti collaterali noti nell'uso del CBD; anche se si consiglia di non prenderlo durante l'uso di altri farmaci.

Differenze fra il CBD e gli ansiolitici

Di per sé la cannabis viene ricercata dai consumatori proprio per il cannabidiolo e non tanto per il THC.

Il motivo è proprio la ricerca di effetti di relax e benessere, mentre non cercano mai l'eccitazione.

Pensare a questo quadro aiuta a comprendere l'efficacia del cannabidiolo nella cura di stress, ansia e disturbi dell'umore. Naturalmente è diverso il consumo di cannabis dalla cura con estratti di cannabidiolo, poiché la cannabis contiene anche altre componenti psicoattive come il THC; seppur in quantità inferiori rispetto ad altri tipi di stupefacenti.

Il vantaggio del CBD di non dare effetti collaterali e dipendenza lo rende un rimedio assolutamente vantaggioso, rispetto ai tradizionali ansiolitici e antidepressivi.

Mentre Il CBD è in grado di agire sul sistema endocannabinoide umano regolando naturalmente i cicli fisiologici che riguardano emozioni, sonno e umore, gli ansiolitici impattano in maniera chimica, "sedando" il sistema nervoso.

Il processo avviene temporaneamente, ossia per tutto il periodo in cui si assume il farmaco. Molto spesso però, il sistema nervoso entra in assuefazione con questi farmaci costringendo a dilungare i tempi della cura.

Questo provoca, di fatto, l'impossibilità di interrompere la terapia, specie nei soggetti più fragili: la vulnerabilità aumenta e il disturbo si aggrava.

l CBD, agendo sul sistema cannabinoide, riequilibra i cicli biologici che per cause esterne sono stati alterati. Permette, quindi, all’organismo di fare ciò che dovrebbe se fosse in perfetta forma.

CBD per curare la depressione

A volte l'ansia non è un disturbo a sé, ma è parte di problematiche più complesse, quali disturbi dell'umore e depressione. Alcuni studi scientifici hanno potuto dimostrare come il CBD sia utile a regolare l'umore.

I ricettori endocannabinoidi regolano tantissimi processi umani e hanno una composizione chimica simile a quella della cannabis, questa peculiarità permette la loro attivazione attraverso il CBD.

Lo dice lo studio dell'Università di Buffalo Research Institute od Addictions, che, per il momento a condotto alcuni test sugli animali: lo studio afferma che nei periodi di stress i soggetti esaminati si riduce la produzione degli endocannabinoidi, ossia i mediatori lipidici che costituiscono il sistema endocannabinoide.

Ad oggi, non si hanno ancora abbastanza studi per affermare con certezza che non vi siano effetti collaterali, nella cura della depressione grave; fatto sta che i risultati dei test condotti sembrano essere piuttosto incoraggianti.

Tuttavia, alcuni test soggetti a stati di psicosi, con forme di depressione grave hanno riportato un'acutizzazione dei deliri.

Gli scienziati consigliano di fare attenzione alla forma con cui si assume il CBD.

In commercio, infatti, ci sono diversi prodotti che contengono CBD per curare l'ansia:

  • infiorescenze;
  • sigarette elettroniche contenenti e-liquid al CBD;
  • olio di CBD;
  • tisane al CBD;
  • creme al CBD;
  • marijuana light (depotenziante del principio attivo THC).

I prodotti venduti in Italia sono, comunque, considerati sicuri, e per questo legalizzati, data l’alta percentuale di CBD e la bassa concentrazione di THC.

I prodotti migliori per curare l'ansia con il CBD

Le cure migliori per l'ansia a base di cannabidiolo sono gli oli e le capsule. Questi prodotti hanno un effetto di entourage terpenico. I terpeni promuovono gli effetti ansiolitici del CBD attraverso un'interazione con l'aminoacido ansiolitico 5- idrossitriptofano.

Resta il fatto che il dosaggio è individuale, pertanto è bene chiedere un parere medico e non superare il dosaggio consigliato.

Olio di CBD

L'olio di CBD è ottenuto mediante la spremitura a freddo di semi di canapa; viene poi integrato ulteriormente di tale principio attivo, ricavato dai cristalli di CBD derivati dalle infiorescenze femminili di canapa sativa

Solitamente gli oli vengono assunti per bocca, con modalità sublinguale; per conferire uno stato di benessere bastano poche gocce.

Capsule di CBD

Le capsule solitamente sono prodotte con gli oli, una membrana serve da protezione per non far fuoriuscire il liquido.

I principi attivi, quindi sono gli stessi, ma la capsula si presenta più pratica da assumere e da conservare.

Il CBD contenuto nelle capsule è pari circa a 1000 mg.

Altri consigli per migliorare la salute del sistema nervoso e ridurre l'ansia riguardano la gestione complessiva degli ambiti della propria vita.

Alimentazione (in particolare assunzione di vitamina B e magnesio), sport regolare, aria aperta e sonno regolare sono misure essenziali per prendersi cura di sé e migliorare la propria salute mentale.